Cinquecento d’epoca elettriche? Un’altra azienda fa le riconversioni!

Cari lettori, oggi abbiamo un’altra notizia sulla conversione in elettrico delle nostre Cinquecento.

Sia per le nostre fiat 500 d’epoca che per auto “datate” forse abbiamo una soluzione al progressivo inasprimento delle leggi sull’inquinamento che stanno impedendo sempre di più la circolazione dei nostri mezzi.

La start-up lucana Inelectric ha ottenuto l’accreditamento ministeriale per la costruzione di sistemi per la riqualificazione elettrica delle auto, aprendo così nuove prospettive per la promozione della mobilità sostenibile e l’accessibilità alla conversione elettrica delle vetture d’epoca o di interesse storico. Questo significa che potremo riportare in vita le nostre amate cinquecento d’epoca, trasformandole in veicoli elettrici che rispettano l’ambiente e le normative vigenti sulle emissioni inquinanti.

inelettric-retrofit-fiat500-elettrica-3

E non è tutto! Inelectric ha presentato il primo progetto di retrofit per la famiglia delle Fiat 500 durante l’ultima edizione della Fiera delle Auto d’Epoca di Bologna, riscuotendo un grande successo e attirando l’attenzione degli appassionati di auto d’epoca e degli ambientalisti.

 

Un prototipo funzionante, una Fiat 500 del 1962, è ora una testimonianza tangibile del lavoro svolto da Inelectric. Grazie al progetto ideato dal fondatore, l’ingegner Iantorno, e all’Officina D’Angelo, questa Fiat 500 è diventata un simbolo di innovazione e sostenibilità. E l’interesse suscitato ha già portato all’acquisizione dei primi preordinativi, dimostrando che c’è un vero e proprio entusiasmo attorno a questa iniziativa.

Ma quali sono i vantaggi di convertire le auto d’epoca in veicoli elettrici? Oltre a ridurre l’impatto ambientale, la conversione permette di accedere alle Zone a Traffico Limitato (ZTL) e semplifica notevolmente i costi di manutenzione per i proprietari di auto d’epoca. Inelectric è determinata a continuare la sua missione di promuovere la mobilità sostenibile e di rendere accessibile la conversione elettrica delle auto, contribuendo così a ridurre l’impatto ambientale e a migliorare la qualità dell’aria nelle nostre città.

La scheda: potenza 10 kW, batteria dai 5, 7 ai 10 KWh

L’ingegnere di Potenza con la prima 500 elettrificata ha fatto numerosi test e percorso tanti chilometri.  Vediamo i dati tecnici principali:

Motore sincrono trifase a magneti permanenti con
potenza nominale: 10Kw @4000rpm
Tensione nominale: 48V
Controllo elettronico di potenza ad inverter
Capacità batteria opzionabile: 5KWh, 7KWh e 10 KWh

motore-inelettric-retrofit-fiat500-elettrica-1

Dall’entusiasmo per questo progetto emergono i sorrisi di Francesco Iantorno, il progettista ideatore del sistema elettrico, che condivide la sua soddisfazione per i risultati ottenuti. Perché, oltre a essere un vero e proprio successo tecnico, la conversione delle auto d’epoca in veicoli elettrici rappresenta un passo importante verso un futuro più sostenibile e rispettoso dell’ambiente. Insomma, un’ottima notizia per gli amanti delle auto d’epoca e per chi crede fermamente nella necessità di preservare il nostro pianeta.


Gli ultimi articoli pubblicati su Fiat 500 nel mondo