Le Fiat 500 d’Epoca Riscoprono le loro Targhe Originali

La recente introduzione della possibiiltà di riavere le targhe originali sulle nostre  Cinquecento  apre nuove possibilità a chi, come me, ha dovuto ritargare la propria Fiat 500 d’epoca con una targa non originale.

Grazie al Decreto Ministeriale 468 del 21 novembre 2023, i possessori di auto storiche possono ora riappropriarsi delle targhe originali, un dettaglio che accresce l’autenticità e il valore storico del loro gioiello su quattro ruote.

targhe originali storiche fiat 500 2

La passione per le Fiat 500 d’epoca in Italia ha ricevuto un’impennata grazie all’introduzione delle targhe storiche, una mossa significativa nel mondo del collezionismo e della preservazione. Con il Decreto Ministeriale 468 del 21 novembre 2023, i proprietari di queste amate vetture hanno ora la possibilità di richiedere le targhe originali dei loro veicoli, un processo che promette di riportare in vita l’autenticità e il valore storico di ogni Fiat 500 d’epoca.

Questa novità rappresenta un’opportunità unica per coloro che desiderano mantenere o ripristinare l’aspetto originale delle loro Cinquecento d’epoca. Da fine novembre 2023, è possibile ottenere le targhe che furono rilasciate con la prima immatricolazione del veicolo, un dettaglio che contribuisce a preservare la storia e l’identità di queste vetture uniche.

I proprietari di Fiat 500 d’epoca interessati devono rivolgersi agli Uffici della Motorizzazione Civile o allo Sportello Telematico dell’Automobilista per inoltrare la loro domanda. La procedura prevede il pagamento di una tariffa, fissata in 549 euro per gli autoveicoli e 274,50 euro per i motocicli e le macchine agricole, e la presentazione del libretto di circolazione originale.

Dal 8 gennaio 2024, le procedure per ottenere le targhe storiche sono diventate ufficialmente disponibili per tutti gli interessati, segnando un momento storico per il collezionismo di veicoli d’epoca in Italia. La fase sperimentale ha già dimostrato l’entusiasmo e l’interesse verso questa opportunità, con una partecipazione che supera le aspettative e prefigura un futuro in cui la passione per la Fiat 500 d’epoca e il suo riconoscimento come patrimonio storico saranno ancora più radicati.

Il decreto non beneficia solo le auto, ma si estende anche ai motocicli, permettendo a una vasta comunità di appassionati di veicoli d’epoca di valorizzare ulteriormente il loro patrimonio. Per i veicoli che hanno perso le loro targhe originali, è prevista una procedura specifica che richiede la presentazione di vari documenti e il superamento di una verifica tecnica.

La reintroduzione delle targhe originali per le Fiat 500 d’epoca non è solo un tributo alla storia automobilistica italiana ma rappresenta anche un incentivo per i proprietari a mantenere e restaurare con amore queste vetture, assicurando che la loro bellezza e la loro storia continuino a essere celebrate da generazioni di appassionati.

Avevamo parlato di come fare per avere una targa storica (ma non originale, con i grandi limiti che questa scelta comporta) in questo articolo.

A breve mi interesserò personalmente per capire in pratica come fare per ottenere una targa identica a quella originale. Rimanete collegati per gli aggiornamenti!