Dalla Thailandia con furore: La Fiat 500 di Vichan Chalongvorachai

Dalla Thailandia con furore: La Fiat 500 di Vichan Chalongvorachai

Il mito della Fiat 500 va molto lontano e arriva …. in Thailandia. Probabilmente alcuni di voi lo hanno riconosciuto, è Vichan Chalongvorachai che con le sue due Fiat 500 ci manda un saluto e alcune foto.

 

Vichan Chalongvorachai ci racconta che sin da piccolino era appassionato della Fiat 500 e che l’ha desiderata per tanto tempo sino a quando è riuscito a venirne in possesso. Nel 2006 ha recuperato una prima Fiat 500 che è stata messa a posto sia nella carrozzeria che nella meccanica. Oggi, con la sua cinquecentina (regolarmente iscritta al Fiat 500 Club Italia) gira per Bangkok, in Thailandia stimolando la curiosità dei passanti. La passione è tale che oggi possiede ben due Fiat 500 come vedete nelle foto allegate. Un caloroso saluto da parte nostra!

 

The myth of the Fiat 500 goes very far .... and arrives in Thailand. Probably some of you have recognized, He is Vichan Chalongvorachai with his two Fiat 500s

HE tells us that, since little one, he was fond of the Fiat 500 and that has desired for so long until he managed to get hold. In 2006 he recovered a first Fiat 500 that was restored in both the bodywork and mechanics. Today, with its Fiat 500 (regularly entered the Fiat 500 Club Italia) he rides to Bangkok, Thailand stimulating the curiosity of passers-by. Passion is so great that today, he owns two Fiat 500s as you can see in the attached photos. 500 greetings to Vichan Chalongvorachai!!

Fiat-500-di-Vichan-Chalongvorachai-4



Gli ultimi articoli pubblicati su Fiat 500 nel mondo

Sono bellissima e tutti mi vogliono!

Sono bellissima e tutti mi vogliono!

La bellissima Fiat 500 che presentiamo oggi è quella di Marta, tutta originale, finanche il libretto. Colore giallo e pronta per portarvi ovunque vogliate.   Marta ci scrive raccontandoci che…read more →



Potete condividere con ....Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *