Tachimetro della Fiat 500 d’epoca: revisione e sostituzione delle lampadine

Tachimetro della Fiat 500 d’epoca: revisione e sostituzione delle lampadine

Il cruscotto della Fiat 500 L d’epoca incorpora il tachimetro.  Grazie a Marianna di “Donne in 500” vediamo adesso come procedere alla sua revisione e alla sostituzione delle lampade presenti all’interno.

Ciao amici di Donne in cinquecento e benvenuti sul mio canale YouTube.

Nei capitoli precedenti ho spiegato come smontare i fanali anteriori di una Fiat 500 d’epoca e fare per lucidare la campana del fanale, come smontare le portiere della Fiat 500 d’epoca   Oggi vi farò vedere  come procedere alla revisione e sostituzione delle lampade nel tachimetro della Fiat 500 L d’epoca.



Nel tutorial precedente vi ho fatto vedere come poter smontare tutte le componenti elettriche del cruscotto della Fiat 500 L, rimuovendo quindi non solo l’interruttore e anche il commutatore di accensione e il tachimetro. In questo tutorial invece vedremo come, una volta smontato, poter andare ad intervenire sul tachimetro per la sua pulizia generale e per eventualmente sostituire le lampadine.

Come vedete abbiamo questi vari perni che non sono altro che porta lampadine del tachimetro.

Nel momento in cui dovete andare a sostituire la lampadina, basterà semplicemente andare a ruotare in senso antiorario il porta lampadina e sostituire la lampadina all’interno. Per smontare la lampadina, con l’ausilio di una piccola pinza, estraiamo la lampadina e verifichiamo il suo stato. Come vedete all’interno del cruscotto vi sono delle viti a testa piatta,  una coperta da un tapino nero che funge da sigillo di garanzia.

A questo punto possiamo procedere alla pulizia del tachimetro: possiamo staccare la cornice in plastica anteriore e possiamo procedere alla pulizia generale del tachimetro con con delicatezza, utilizzando l’aria compressa.  Mi raccomando, non utilizzare solventi. 

Vi servono dei pneumatici nuovi? Ecco le ultime novità

 


Gli ultimi articoli pubblicati su Fiat 500 nel mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *